Il presente documento è stato redatto in inglese (Stati Uniti). In caso di conflitto tra qualsiasi delle versioni tradotte del presente accordo e la versione in lingua inglese, sarà quest'ultima a prevalere.

Introduzione

Data dell'ultima revisione: 10 ottobre 2012

La Piattaforma Facebook è un'estensione di Facebook, la cui missione è rendere il mondo più aperto e connesso.

Le applicazioni e gli sviluppatori della Piattaforma devono osservare e sono soggette a quanto indicato nei documenti seguenti:

Ecco alcuni esempi e spiegazioni nello specifico.


Principi

Creare un'esperienza piacevole per gli utenti

  • Sviluppare applicazioni sociali e coinvolgenti
  • Garantire agli utenti scelta e controllo
  • Aiutare gli utenti a condividere contenuti espressivi e rilevanti

Agire in modo responsabile

  • Rispettare la privacy
  • Non fuorviare, confondere, truffare o ingannare gli utenti
  • Non inviare spam: promuovere le comunicazioni reali

Normative

I. Caratteristiche e funzionalità

  1. È responsabilità degli sviluppatori non violare le leggi né i diritti di individui o entità e non esporre Facebook o gli utenti di Facebook a danni o a responsabilità legali, in base a quanto stabilito da noi a nostra esclusiva discrezione. In particolare, gli sviluppatori si impegnano a (se applicabile): rispettare il VPPA ("Video Privacy Protection Act") e ottenere il necessario consenso esplicito dagli utenti, in modo che i dati degli utenti soggetti al VPPA possano essere condivisi su Facebook. Gli sviluppatori dichiarano che l'utilizzo da parte nostra non sarà marginale nel regolare corso dell'attività.
  2. È vietato includere funzionalità che trasferiscano, richiedano o raccolgano i nomi utente o le password di Facebook.
  3. È vietato aggirare (o affermare di aggirare) le limitazioni volontariamente imposte da Facebook su caratteristiche e funzionalità di base.
  4. Se viene offerto un servizio a un utente che integra dati degli utenti in un prodotto fisico (come un album o un calendario), è consentito creare un prodotto fisico destinato esclusivamente all'uso personale e non commerciale da parte dell'utente in questione.
  5. Se viene superata, o se si prevede di superare una delle seguente soglie, è necessario contattarci, dal momento che potrebbero essere applicate ulteriori condizioni: (>5 milioni utenti attivi mensili) o (>100 milioni chiamate API al giorno) o (>50 milioni visualizzazioni al giorno).
  6. Il sito Web dello sviluppatore deve offrire una chiara opzione di "disconnessione", mediante la quale l'utente viene disconnesso anche da Facebook.
  7. Disposizioni speciali per le applicazioni sulle Pagine: quando un utente visita la Pagina di uno sviluppatore, se non ha fornito il suo consenso esplicito autorizzando l'applicazione Facebook o fornendo delle informazioni direttamente sulla Pagina, lo sviluppatore può usare solo le informazioni ottenute da Facebook e l'interazione dell'utente con la Pagina in connessione con tale Pagina. Ad esempio, nonostante sia possibile usare dati in forma aggregata per una Pagina individuale, è vietato combinare le informazioni provenienti da altre fonti per personalizzare l'esperienza dell'utente sulla Pagina in questione, così come non è consentito usare le informazioni relative all'interazione dell'utente con la Pagina in altri contesti (ad esempio dati o personalizzazione su altre Pagine o siti Web).
  8. Non è consentito nessun uso diretto o indiretto delle icone di Facebook, né l'uso di termini che si riferiscono a caratteristiche e funzionalità di Facebook, qualora tale uso possa confondere l'utente facendogli credere che si tratta di un riferimento diretto a funzioni o funzionalità di Facebook.
  9. Le applicazioni Web per dispositivi mobili eseguibili sull'applicazione iOS di Facebook non possono accettare pagamenti. In particolare, tali applicazioni non possono fare riferimento, utilizzare né incoraggiare in altro modo l'uso del servizio Pagamenti di Facebook o di altri metodi di pagamento non approvati per iOS.
  10. Social network della concorrenza: (a) Non è consentito usare la Piattaforma Facebook per esportare i dati degli utenti in un social network concorrente senza la nostra autorizzazione; (b) Le applicazioni su Facebook non possono integrare, rimandare, promuovere, distribuire o reindirizzare a nessuna applicazione su un altro social network concorrente.
  11. Lo scopo primario delle applicazioni con una propria pagina principale o residenti sulla scheda di una Pagina su Facebook non deve essere solo quello di reindirizzare gli utenti su un sito esterno a Facebook.
  12. È vietato includere dati ottenuti da Facebook nei motori di ricerca o nelle directory senza il nostro consenso scritto.
  13. Disposizioni speciali per i giochi:
    a. I giochi Web per computer che risiedono al di fuori di Facebook.com possono usare solo le seguenti funzioni: accesso a Facebook (autenticazione, escluse le connessioni degli utenti come la lista degli amici), plug-in sociali e pubblicazione (ad esempio "Feed Dialog", "Stream Publish", o "Open Graph"). Al momento dell'autenticazione, questi giochi non possono richiedere autorizzazioni aggiuntive che non siano l'età, l'indirizzo e-mail e le autorizzazioni alla pubblicazione di Facebook (a partire dal 5 dicembre 2012).
    b. I giochi che risiedono su Facebook.com e su dispositivi mobili non devono usare gli stessi ID dell'applicazione dei giochi Web che risiedono al di fuori di Facebook.com. Non è consentito usare applicazioni con una propria pagina principale per promuovere o rimandare a siti di gioco esterni a Facebook, e non è consentito usare degli indirizzi e-mail ottenuti da noi per promuovere o rimandare a giochi Web per computer che risiedono al di fuori di Facebook.com (a partire dal 5 dicembre 2012).
    c. I giochi su Facebook.com o Internet mobile devono usare il servizio Pagamenti di Facebook come metodo di pagamento esclusivo per tutti gli articoli e valute virtuali a disposizione degli utenti all'interno del gioco. Sono vietate tutte le altre opzioni di pagamento all'interno dei giochi su Facebook.com o Internet mobile a meno che non usino l'intermediazione del servizio pagamenti di Facebook piuttosto che direttamente l'opzione di pagamento in questione. Con "metodo di pagamento" si intende un metodo che consente a un utente di completare una transazione in un gioco che risiede su Facebook.com o su Internet mobile, compreso, a titolo esemplificativo e non esaustivo, lo scambio di valore monetario con beni o valute virtuali, sia direttamente al momento dell'acquisto, sia tramite transazioni eseguite in precedenza, come ad esempio in occasione dell'acquisto da parte dell'utente di buoni regalo prepagati o codici elettronici. Le vincite in valuta virtuale o beni virtuali vinte nei giochi dagli utenti solo tramite l'attività di gioco sono escluse da questa definizione.
    d. I giochi su Facebook.com o Internet mobile possono ricompensare gli utenti con valuta o beni virtuali in cambio dell'esecuzione di azioni, da parte degli utenti, che non coinvolgano terzi, ma le ricompense per le azioni degli utenti che coinvolgono terze parti devono avvenire mediante il servizio Pagamenti di Facebook, ovvero integrando offerte nell'ambito di tale servizio. Ad esempio, non è consentito ricompensare gli utenti con valuta virtuale o beni virtuali in cambio dell'esecuzione di azioni mediante le quali vengono condivise informazioni personali con una parte terza; non è consentito ricompensare gli utenti con valuta virtuale o beni virtuali in cambio del download di contenuti di terzi quali barre degli strumenti o suonerie; non è consentito ricompensare gli utenti con valuta virtuale in cambio dell'esecuzione di azioni passive offerte da terzi, come guardare un video, giocare o rispondere a un sondaggio anonimo.

II. Memorizzazione e utilizzo dei dati ricevuti da Facebook

  1. Dovranno essere richiesti solo i dati necessari per il funzionamento dell'applicazione.
  2. È possibile memorizzare nella cache i dati ricevuti mediante l'uso dell'API di Facebook per migliorare l'esperienza degli utenti con l'applicazione, ma gli sviluppatori devono cercare di mantenere i dati aggiornati. Questa autorizzazione non fornisce alcun diritto su tali dati.
  3. Gli sviluppatori dovranno redigere una propria normativa sulla privacy che comunichi agli utenti quali dati verranno utilizzati e in che modo tali dati verranno utilizzati, visualizzati, condivisi o trasferiti. Va inoltre incluso l'URL che rimandi alla normativa sulla privacy nella dashboard delle applicazioni, oltre a un link che rimandi alla normativa sulla privacy in ogni piattaforma per applicazioni che consenta di farlo.
  4. I dati degli amici di un utente possono essere usati solo nel contesto dell'esperienza dell'utente sull'applicazione.
  5. Con l'applicazione di alcune limitazioni, comprese quelle relative al trasferimento, gli utenti forniscono agli sviluppatori le informazioni di base dei propri account quando si connettono con l'applicazione dello sviluppatore. Per tutti gli altri dati ottenuti mediante l'uso dell'API di Facebook, è necessario ottenere il consenso esplicito dell'utente che ha fornito i dati a Facebook prima di usarli per qualsiasi scopo diverso dal mostrarli all'utente stesso nell'applicazione.
  6. I dati ricevuti da Facebook, compresi i dati degli utenti o gli ID utente di Facebook, non verranno trasferiti, in modo diretto o indiretto a (o usati in connessione con) qualsiasi rete pubblicitaria, scambio pubblicitario, intermediario di dati o altri strumenti legati al settore pubblicitario o propagandistico, anche se l'utente acconsente all'uso e al trasferimento. Con l'espressione "in modo indiretto" si intende che gli sviluppatori non possono, ad esempio, trasferire i dati a terzi perché a loro volta li trasferiscano a una rete pubblicitaria. Con l'espressione "dati" si intendono tutti i dati ottenuti mediante l'uso della Piattaforma Facebook (API, plug-in sociali, ecc.), compresi i dati aggregati, anonimi o derivati.
  7. È vietato usare gli ID utente di Facebook per scopi diversi da quelli dell'applicazione (ad esempio nell'infrastruttura, nel codice o nei servizi necessari per sviluppare e mantenere attiva l'applicazione). Gli ID utente di Facebook possono essere usati con servizi esterni utilizzati per sviluppare e mantenere attiva l'applicazione, come servizi dell'infrastruttura Web o una piattaforma informatica distribuita, ma solo se tali servizi sono necessari per l'esecuzione dell'applicazione. Inoltre, il servizio deve avere l'obbligo contrattuale, nei confronti dello sviluppatore, di garantire la riservatezza degli ID utente.
  8. Se lo sviluppatore necessita di un identificatore anonimo univoco per condividere esternamente la propria applicazione con parti terze, come partner, inserzionisti o reti pubblicitarie, è obbligato a usare il nostro meccanismo. Tale identificatore anonimo univoco non deve mai essere condiviso con intermediari di dati o di informazioni o con qualsiasi altro servizio che Facebook può definire come tale a sua esclusiva discrezione.
  9. I dati non possono essere venduti. In caso di acquisizione o fusione di uno sviluppatore con una parte terza, è possibile continuare ad usare i dati degli utenti all'interno della propria applicazione, ma non è consentito trasferire i dati degli utenti al di fuori della propria applicazione.
  10. Se uno sviluppatore smette di usare la Piattaforma o Facebook disattiva la sua applicazione, deve eliminare tutti i dati ricevuti tramite l'uso dell'API di Facebook a meno che non: (a) si tratti di informazioni di base dell'account; o (b) sia stato ricevuto il consenso esplicito al mantenimento dei dati da parte dell'utente.
  11. È vietato usare la lista degli amici di un utente al di fuori dell'applicazione dello sviluppatore, anche qualora l'utente fornisca il proprio consenso, ma è consentito usare le connessioni tra gli utenti che si sono connessi con l'applicazione in questione.
  12. Tutti i dati ricevuti da Facebook riguardanti un utente verranno eliminati se richiesto dall'utente, e verrà fornito un meccanismo facilmente accessibile per effettuare tale richiesta. Potremmo richiedere agli sviluppatori di eliminare i dati ricevuti dall'API di Facebook qualora vengano violate le nostre condizioni.
  13. Non è consentito includere i dati ricevuti da Facebook su un utente nelle inserzioni, anche qualora l'utente fornisca il proprio consenso.
  14. Gli sviluppatori non devono fornire la propria chiave segreta a nessuno, a meno che la parte terza in questione non sia un agente che gestisce l'applicazione a nome dello sviluppatore. Gli sviluppatori sono responsabili di tutte le attività che avvengono nei propri account.

III. Contenuti

A. Disposizioni generali

  1. Responsabilità nei confronti dei contenuti: gli sviluppatori sono responsabili di tutti i contenuti della propria applicazione, comprese inserzioni, contenuti generati dagli utenti e qualsiasi contenuto ospitato, diffuso o fornito in altro modo agli utenti da parte di terzi. Gli sviluppatori devono chiaramente specificare che il contenuto in questione non è fornito da Facebook e devono rispettare gli Standard della comunità di Facebook.
  2. Limitazioni demografiche: gli sviluppatori sono responsabili della limitazione dell'accesso ai propri contenuti in base a quanto stabilito nelle nostre normative relative ai contenuti e nel rispetto di tutte le leggi e normative applicabili. Nonostante Facebook metta a disposizione delle funzioni per facilitare questo compito, gli sviluppatori devono tenere presente che Facebook non garantisce in nessun modo la completezza delle funzioni messe a disposizione, e che gli sviluppatori stessi sono responsabili dell'implementazione di limitazioni che rispettino le leggi per ogni Paese in cui è visibile l'applicazione.
  3. Pubblicità e promozioni incrociate:
    a. È vietato includere inserzioni, promuovere altre applicazioni o fornire funzionalità di ricerca sul Web in contenuti distribuiti mediante i canali sociali di Facebook.
    b. È consentito usare prodotti o servizi pubblicitari o propagandistici solo se offerti da aziende presenti in questo elenco di fornitori di servizi pubblicitari su Apps on Facebook.com.
  4. Promozioni: se gli sviluppatori pubblicano, fanno riferimento a o rendono disponibile una promozione (sia essa una gara, una competizione o un concorso a premi), devono rispettare le Linee guida sulle promozioni di Facebook.
  5. Autorizzazione di Facebook: non è consentito promuovere o mettere a disposizione contenuti che facciano riferimento a, rendano disponibili o contengano giochi d'azzardo online, giochi online che prevedono l'uso di denaro reale o lotterie online senza aver prima ottenuto l'autorizzazione da parte di Facebook.
  6. Qualità dei contenuti: gli sviluppatori sono responsabili della qualità dell'esperienza fornita agli utenti e non devono confondere, truffare , fuorviare, inviare spam o ingannare gli utenti. Ad esempio, gli sviluppatori devono controllare i commenti negativi ricevuti sulla loro applicazione nei dati di Insights e garantire che tali commenti negativi non superino i limiti imposti da Facebook. Devono inoltre evitare un eccesso di pubblicità o di bug e assicurarsi che la descrizione dell'applicazione sia in linea con il contenuto dell'applicazione.

B. Diritti sui contenuti

  1. Gli sviluppatori accettano di non promuovere o fornire contenuti che facciano riferimento, rendano disponibili, contengano o usino contenuti in violazione dei diritti di terzi, compresi i diritti di proprietà intellettuale, di privacy, di pubblicità, morali o altri diritti personali o proprietari, oppure che siano ingannevoli o fraudolenti.
  2. Gli sviluppatori devono accertarsi di essere i titolari o di aver acquisito tutti i diritti necessari alla copia, visualizzazione, distribuzione, fornitura, riproduzione e divulgazione pubblica di tutti i contenuti inerenti alla propria applicazione per gli utenti Facebook in tutti i Paesi dove tali contenuti vengono resi disponibili.
  3. Gli sviluppatori sono tenuti al rispetto di tutti gli eventuali obblighi relativi alla concessione di licenze, alla segnalazione e ai pagamenti nei confronti di terzi connessi ai contenuti inclusi nella propria applicazione.
  4. Gli sviluppatori sono tenuti a utilizzare la tecnologia di filtraggio in base alla posizione geografica in modo ragionevole dal punto di vista commerciale per bloccare l'accesso ai contenuti proposti dalla propria applicazione nei Paesi nei quali non sono autorizzati alla diffusione di detti contenuti o nei quali la diffusione di detti contenuti costituirebbe una violazione dei diritti di una terza parte.
  5. Pur non avendo alcun obbligo in materia, esclusivamente a nostra discrezione possiamo richiedere, e gli sviluppatori sono tenuti a fornirci, una prova che l'applicazione e il relativo contenuto dispongano della licenza richiesta.

C. Contenuti di terzi

Se l'applicazione comprende contenuti inviati o forniti da terze parti, gli sviluppatori sono tenuti ad attenersi alle seguenti regole:

  1. Negli Stati Uniti, gli sviluppatori devono intraprendere tutti i passaggi necessari per attenersi a quanto previsto dal Digital Millennium Copyright Act, comprese la nomina di un agente designato alla ricezione di avvisi per presunte violazioni, l'istituzione di una politica di cessazione per violazioni ripetute e l'implementazione di una procedura di "avviso e rimozione". Negli altri Paesi, gli sviluppatori devono rispettare le leggi locali in materia di copyright e implementare una procedura appropriata di "avviso e rimozione" in seguito alla ricezione di un avviso di presunta violazione.

IV. Punti di integrazione delle applicazioni

  1. È vietato incentivare gli utenti a usare (o consentire l'accesso a determinati contenuti solo in seguito all'uso di) canali sociali di Facebook, oppure implicare che un incentivo sia direttamente collegato all'uso dei nostri canali.
  2. È vietato pre-compilare i campi associati ai seguenti prodotti, a meno che l'utente non generi manualmente i contenuti in un passaggio precedente del processo: Notizie dello stream (parametro user_message per Facebook.streamPublish e FB.Connect.streamPublish e parametro message per stream.publish), foto (didascalia), video (descrizione), note (titolo e contenuto), link (commento) e Jabber/XMPP.
  3. Se un utente acconsente alla pubblicazione, le azioni eseguite dallo sviluppatore a nome dell'utente devono essere prevedibili da parte dell'utente e coerenti con le azioni dell'utente nell'ambito dell'applicazione.
  4. Integrazioni della Piattaforma, compresi i plug-in sociali:
    a. Le inserzioni non possono includere o essere associate a integrazioni della Piattaforma, compresi i plug-in sociali e il pulsante "Mi piace", senza una nostra autorizzazione scritta.
    b. È vietato vendere o acquistare spazi in cui inserire il pulsante "Mi piace" o il plug-in del riquadro "Mi piace".
    c. È vietato incentivare gli utenti a cliccare su "Mi piace" su Pagine che non siano quelle del sito o dell'applicazione dello sviluppatore, ed eventuali incentivi forniti devono essere disponibili per i nuovi e i vecchi utenti che cliccano su "Mi piace" sulla Pagina dello sviluppatore.
    d. È vietato oscurare o coprire elementi dei nostri plug-in sociali, come il pulsante "Mi piace" o il plug-in del riquadro "Mi piace".
    e. Le reti pubblicitarie, i servizi di scambio di inserzioni e gli intermediari di dati non devono usare la Piattaforma, i logo e i marchi di Facebook (tra cui, a titolo esemplificativo e non esaustivo, API della Piattaforma, plug-in sociali, il pulsante "Condividi" e il logo F).
  5. La messaggistica di Facebook (ovvero l'invio di e-mail a un indirizzo @facebook.com) è progettata per consentire la comunicazione tra gli utenti e non è un canale che le applicazioni possono sfruttare per comunicare direttamente con gli utenti.

V. Esecuzione

Facebook ha la facoltà di intraprendere procedimenti esecutivi contro gli sviluppatori o contro le applicazioni da questi sviluppate nel caso in cui determinasse, a sua esclusiva discrezione, che tali applicazioni violino i Termini e politiche della Piattaforma Facebook. I suddetti procedimenti esecutivi, automatici o manuali, possono includere la disabilitazione delle applicazioni, la limitazione dell'accesso alle funzionalità della Piattaforma da parte dello sviluppatore e delle sue applicazioni, la rescissione dell'accordo in vigore tra Facebook e lo sviluppatore o qualsiasi altra azione ritenuta appropriata ad esclusiva discrezione di Facebook.

La comunicazione con gli sviluppatori avviene mediante un'e-mail inviata dal dominio facebook.com o facebookmail.com all'indirizzo e-mail di contatto registrato nell'applicazione. Per rimanere in contatto, lo sviluppatore deve assicurarsi che l'indirizzo e-mail sia aggiornato e che tali messaggi non vengano spostati da un filtro in cartelle collaterali.

VI. Modifiche

Facebook ha la facoltà di modificare le presenti Normative della Piattaforma in qualsiasi momento e senza preavviso, qualora lo ritenesse opportuno. L'uso ininterrotto della Piattaforma comporta l'accettazione delle suddette modifiche.

VII. Definizioni

  1. Con "Applicazione" si intende qualsiasi applicazione composta da pagine integrate in Facebook, integrazione della Piattaforma, o qualsiasi altra integrazione tecnica a cui è stato assegnato un numero identificativo dell'applicazione.
  2. Con "canali sociali di Facebook" si intendono sezioni Info delle applicazioni, schede delle Pagine, notizie, richieste (compresi gli inviti), allegati ai messaggi, chat, copertine, segnalibri o qualsiasi altra funzione dei profili degli utenti o canale di comunicazione di Facebook in cui o mediante cui un'applicazione può fornire, mostrare od offrire contenuti destinati a, a nome di o concessi da un utente.
  3. Con "informazioni di base dell'account" si intende: nome, e-mail, sesso, data di nascita, città attuale e URL dell'immagine del profilo.
  4. Con "Termini e politiche della Piattaforma Facebook" si intendono la Dichiarazione dei diritti e delle responsabilità e le Normative della Piattaforma.
  5. Con "dati degli utenti ricevuti da Facebook" si intendono i dati o i contenuti (comprese le immagini, le frasi o qualsiasi altra informazione o materiale) ricevuti da Facebook, forniti a Facebook dagli utenti o associati da Facebook a un utente specifico.

VIII. Politica sui marchi e sulla promozione

Gli sviluppatori devono rispettare le linee guida definite nel Centro delle autorizzazioni per i marchi e le risorse di Facebook.

IX. Linee guida sulle pubblicità

X. Termini di pagamento per sviluppatori Facebook

Gli sviluppatori che partecipano al programma per l'accettazione di pagamenti devono rispettare queste condizioni.

XI. API pubblicitarie

  1. Devono essere usati degli account distinti per ogni cliente oppure deve essere usata la funzionalità multi-cliente per strutturare gli account dei clienti.
  2. È consentito offrire a terzi una versione white-label della propria applicazione, ma solo tramite la creazione di un'applicazione distinta per ogni parte terza (o richiedendo la creazione di un'applicazione da parte di ogni parte terza) e richiedendo quindi a Facebook di consentire a tali applicazioni di accedere alla nostra API pubblicitaria. Se uno sviluppatore crea un'applicazione univoca a nome della parte terza, deve includere un campo obbligatorio in cui i clienti devono accettare i termini e le normative di Facebook.
  3. È consentito posizionare tag di visualizzazione di 1x1 pixel su alcune inserzioni senza ottenere la nostra previa autorizzazione. Tutti i dati raccolti e ottenuti dagli sviluppatori o dagli inserzionisti, compresi, a titolo esemplificativo e non esaustivo, tutti i dati relativi ai tag di visualizzazione che non sono resi disponibili in altro modo da Facebook, e tutti i dati da questi derivati, possono essere usati solo dagli sviluppatori o dagli inserzionisti in forma anonima per ottimizzare e misurare le prestazioni della campagna dello sviluppatore in questione su Facebook. Né gli sviluppatori né gli inserzionisti possono usare i dati ai fini seguenti: ridefinizione dei destinatari all'interno o all'esterno del servizio Facebook; compilazione di dati tra diverse campagne pubblicitarie; costruzione o sviluppo di profili utente; reindirizzamento con tag di 1x1 pixel; o qualsiasi altra finalità non espressamente autorizzata da Facebook.

Esempi e spiegazioni

Facebook desidera che gli sviluppatori ottengano i risultati sperati sulla Piattaforma Facebook e, a tale fine, ritiene che sia fondamentale fornire agli utenti un'esperienza ottimale. Le presenti Normative della Piattaforma sono intese ad aiutare gli sviluppatori a raggiungere tale obiettivo spiegando cosa ci si aspetta da loro; questi esempi e spiegazioni aiuteranno gli sviluppatori a mettere in pratica i concetti teorici qui esposti.